Parlare per parlare è differente da parlare per vendere?

Parlare per parlare è differente da parlare per vendere?
Il Portafoglio | 06/11/2019 | 13:23

Vi è mai capitato di concludere una vendita in maniera inconsapevole – a vostra insaputa – semplicemente parlando con il vostro cliente senza avere all’inizio della conversazione l’obiettivo di vendere? Oppure nei venditori l’approccio alla vendita è sempre presente e ogni discorso fatto è finalizzato alla chiusura di un ordine? Insomma, si può parlare per parlare per arrivare comunque a vendere?

 

Nella comunicazione rientrano tanti tipi di processi: il parlare per parlare rientra nella cosiddetta comunicazione sociale in cui la parte verbale, non verbale e paraverbale attendono un risultato su un’area relazionale.

 

Parlare per vendere è tutto un altro tipo di comunicazione: nel business si parla per vendere!

Qui la comunicazione è legata esclusivamente alla vendita ed è ben più diretta.

 

È comunque possibile una sovrapposizione tra parlare per parlare e parlare per vendere?

Risponde alla nostra domanda il dott. Roberto Ardizzi, sport business & life coaching, ospite alle 18:05 a Il Portafoglio.

Ascolta il podcast della puntata

Ascolta la Diretta
Tutti i giorni, 24 Ore al giorno. Dirette e Repliche sempre disponibili e sempre Live.
Matricola Enasarco
Non ricordi la tua Matricola Enasarco? Ti aiutiamo a recuperarla.
Programmi & Trasmissioni
Scopri tutte le nostre Trasmissioni dedicate al Mondo degli Agenti di Commercio
Scarica l'App
Hai uno Smartphone oppure un Tablet? Scarica l’App Gratuita di Radio Agenti.IT
Annunci di Ricerca Agenti
Una selezione di Annunci di Aziende che Cercano Agenti di Commercio, Venditori, Capi Area...