Quello proprio non lo sopporto: come interfacciarsi con un cliente antipatico

Quello proprio non lo sopporto: come interfacciarsi con un cliente antipatico
Il Portafoglio | 24/07/2019 | 14:27 | aggiornato 24/07/2019 | 19:05

Un venditore si può permettere di nutrire antipatia nei confronti di un cliente che in teoria dovrebbe essere trattato con i guanti bianchi?

 

L’antipatia può essere un fattore estremamente limitante nella trattativa perché attiva meccanismi di fallimento. Sarà quindi difficile portare a termine una buona trattativa: la vendita in qualche modo non diventa più un rapporto di vincita reciproca, piuttosto un rapporto squilibrato.

 

Da “Io, agente di commercio, vendo. Tu, cliente, acquisti. E siamo tutti e due soddisfatti”, il rapporto diventa “Io, agente di commercio, ti sto fregando perché sei antipatico”, come se la vendita fosse una vendetta.

 

In questo modo i rapporti lavorativi non possono che durare poco. Un atto di maturità da parte del venditore sarebbe di sicuro quello di rinunciare a quel cliente momentaneamente o per sempre. E comunque è importante sempre interrogarsi sull’origine dell’antipatia.

 

Non va dimenticato che a volte i clienti si comportano da antipatici per scremare gli agenti di commercio, come se applicassero un filtro all’ingresso.

 

Come interfacciarci con un cliente antipatico? Ce lo spiega in trasmissione il dott. Massimiliano D’Anastasio, formatore e trainer.

Ascolta il podcast della puntata

Ascolta la Diretta
Tutti i giorni, 24 Ore al giorno. Dirette e Repliche sempre disponibili e sempre Live.
Matricola Enasarco
Non ricordi la tua Matricola Enasarco? Ti aiutiamo a recuperarla.
Programmi & Trasmissioni
Scopri tutte le nostre Trasmissioni dedicate al Mondo degli Agenti di Commercio
Scarica l'App
Hai uno Smartphone oppure un Tablet? Scarica l’App Gratuita di Radio Agenti.IT
Annunci di Ricerca Agenti
Una selezione di Annunci di Aziende che Cercano Agenti di Commercio, Venditori, Capi Area...