Quali sono gli elementi che indicano che un prodotto sia in concorrenza con un altro prodotto?

Quali sono gli elementi che indicano che un prodotto sia in concorrenza con un altro prodotto?
Obbiettivo Agenti | 17/02/2020 | 12:45 | aggiornato 17/02/2020 | 15:05

Ascolta il podcast della puntata

Il patto di non concorrenza post contrattuale genera non pochi grattacapi agli agenti di commercio. Specie quando non si ha chiaro cosa può condurre alla sua violazione.

È quello che capita a Roberto, agente di commercio e ascoltatore di RadioAgenti, che chiede se la vendita di energia prodotta da fonti rinnovabili possa andare in concorrenza con quella di energia derivante da carbonfossili.

Dopo la sua precedente esperienza lavorativa, chiusa o in procinto di terminare, allettanti condizioni economiche, lo stanno conducendo verso un'azienda che commercializza quest'altro tipo di energia. Il suo cruccio sta in quella clausola firmata nel primo mandato, quella che gli impone, per un certo periodo di tempo dalla sua fine, di non commercializzare prodotti in concorrenza nella stessa zona e con la stessa clientela.

Come determinare se i due tipi di energia (e più in generale, se due prodotti) siano in concorrenza o meno ce lo spiegheranno in trasmissione alle 13:05 gli avvocati Lorenzo Bianchi e Valerio Colapaoli.



Il riassunto della puntata:

Accade spesso nello studio, che gli avvocati si richiamino al principio della ragionevolezza.

Stabilire il modo in cui l'energia viene prodotta, se questa derivi dal petrolio o dal vento, determina una differenza sostanziale? Innanzitutto, sarà utile ricordare quali sono gli elementi che distinguono un prodotto dall'altro, che sono la foggia, il valore e la destinazione d'uso. Già da questa enunciazione, si profila la possibile concorrenzialità.


Un cliente potrebbe facilmente passare da una fornitura all'altra; non conosciamo il valore, non sappiamo se ciò determinerebbe una fattura molto più salata, e quindi la creazione di un target molto diverso. Ma, in base agli elementi (pochi) in possesso degli avvocati, emerge, prepotentemente, il rischio di incappare nella violazione.

Questa clausola che, ipotizziamo, Roberto ha firmato, entra in vigore alla fine del mandato. Perché sia formalmente corretta, deve essere redatta e ratificata al sorgere del mandato, pur entrando in vigore alla sua fine. Tuttavia, se le parti, concordi, lo firmassero in costanza di rapporto, o anche alla sua fine, avrebbe ugualmente valore – si ricorda però che l'agente non sarebbe obbligato a firmare. E, pure se entra in vigore alla fine del contratto, è un contratto a sua volta, che impone degli obblighi, ad ambo le parti.

La mandante ha l'obbligo di versare una relativa indennità: se chiede all'agente di non lavorare con lo stesso prodotto che ha venduto finora, nella stessa zona e con gli stessi clienti, quindi ripartendo da zero, con le difficoltà facilmente immaginabili, allora deve fornirgli uno strumento di sussistenza, che è appunto il corrispettivo economico dell'indennità. Da parte sua, l'agente deve rispettare quanto si è impegnato a fare, pena la restituzione della relativa indennità ricevuta. E il versamento dell'eventuale danno subito da parte della ex mandante, che si è vista privare di una parte della clientela, spostata verso una nuova azienda. Conseguenze davvero non piacevoli.

Non è raro trovare una clausola di questo tipo che preveda già, predeterminata, una penale per l'agente che la violi. Tale penale, che non dovrebbe eccedere la ragionevolezza e quindi non essere spropositata, preclude alla mandante di poter chiedere ulteriori danni. Se, tuttavia, di fianco alla penale, fosse prevista la possibilità di chiedere altre spettanze, come il risarcimento del danno subito, questo dovrebbe essere quantificato e dimostrato di fronte a un giudice.

E se a infrangere il patto fosse l'azienda, non pagando l'indennità? A quel punto, sarebbe l'agente a poter intimare un termine perentorio in cui questa dovrebbe provvedere, pena la risoluzione di quello che è un vero e proprio contratto. Una volta risolto per l'inadempienza dell'altra parte, l'agente si potrebbe considerare sciolto da tutti gli obblighi.

Tornando a Roberto, non sappiamo se il suo mandato con la prima azienda è già concluso; se così fosse, e l'agente si trovasse nel periodo in cui si è impegnato a non concorrere sullo stesso mercato, potrebbe, per i principi di lealtà e buona fede che sono incardinati nel mondo agenziale, scrivere alla sua ex mandante, comunicando la sua intenzione di assumere un mandato con la nuova azienda, e, in maniera trasparente, chiedere se questo possa qualificarsi come una violazione degli accordi. Con un nulla osta della precedente azienda, non ci sarebbero ostacoli. Se invece questa non fosse d'accordo, dovrebbe motivare puntualmente il diniego, ma, in ogni caso, renderebbe davvero molto rischioso assumere il nuovo incarico.


Potrebbe interessarti anche:

Come valutare la concorrenzialità tra prodotti di mandati diversi?
Mentre un monomandatario, per definizione, non può accettare ulteriori mandati, per il plurimandatario sorge spesso il problema della concorrenzialità dei prodotti di...

Ascolta Podcast

Come stabilire il confine dei prodotti in concorrenza?
Prodotto in concorrenza o no? È sempre grande il dilemma che attanaglia gli agenti di commercio quando si trovano di fronte l’opportunità di inserire prodotti di una...

Video & Podcast

Zona, prodotti e canali di vendita: quando l’agente di commercio viola il patto di non concorrenza?
Focus sul patto di non concorrenza per gli agenti di commercio in costanza di rapporto Un agente di commercio che vende prodotti per una determinata zona e su una...

Video & Podcast

Cosa rischia un agente di commercio che vende prodotti in concorrenza?
Cosa rischia un agente di commercio che vende prodotti in concorrenza e come si stabilisce se due prodotti sono in concorrenza o meno?   Ne parliamo in...

Video & Podcast

Concorrenza fuori dalla zona di competenza. Può essere motivo di disdetta del contratto?
Luigi, agente di commercio e ascoltatore di RadioAgenti, ha ricevuto disdetta del mandato dalla sua azienda per concorrenza al di fuori della zona di sua...

Video & Podcast

La rinuncia al patto di non concorrenza post contrattuale può essere unilaterale?
Dopo quasi dieci anni di lavoro, Luigi - agente di commercio e ascoltatore di Radio Agenti - si è visto dare il ben servito dalla sua mandante con un'ulteriore...

Ascolta Podcast

L’obbligo della non concorrenza durante e dopo la fine del rapporto di agenzia
Un agente di commercio può sottoscrivere un contratto di agenzia proposto dalla mandante e che preveda l’obbligo di non operare in concorrenza con il preponente in...

Ascolta Podcast

Si può aggirare il patto di non concorrenza post contrattuale mandando a vendere dai propri clienti un collega?
L'azienda mandante disdetta il contratto e paga all'agente il patto di non concorrenza post-contrattuale. Se un cliente dell'agente decide di voler continuare a...

Ascolta Podcast

La tassazione delle indennità percepite per la cessazione del rapporto di agenzia. A quanto ammonta?
Capita spesso che le indennità di fine rapporto, in particolare il patto di non concorrenza post contrattuale, vengano pagate in costanza di rapporto, inserite in...

Ascolta Podcast

Ascolta la Diretta
Tutti i giorni, 24 Ore al giorno. Dirette e Repliche sempre disponibili e sempre Live.
Matricola Enasarco
Non ricordi la tua Matricola Enasarco? Ti aiutiamo a recuperarla.
Programmi & Trasmissioni
Scopri tutte le nostre Trasmissioni dedicate al Mondo degli Agenti di Commercio
Scarica l'App
Hai uno Smartphone oppure un Tablet? Scarica l’App Gratuita di Radio Agenti.IT
Annunci di Ricerca Agenti
Una selezione di Annunci di Aziende che Cercano Agenti di Commercio, Venditori, Capi Area...
Modello ISEE Agenti di Commercio
Richiesta Gratuita tramite CAF Abilitato: 100% Online e riservata agli Ascoltatori di Radio Agenti...
Calcola il Calo di Fatturato
Verifica se hai subito un calo di fatturato e se hai diritto al contributo a fondo perduto...
Petizione Deduzione Costo Auto
Aderisci alla Petizione “Deduzione Costo Auto” per gli Agenti di Commercio...
Raccolta Firme Sostegno Categoria
Aderisci alla Raccolta Firme per il Sostegno alla Categoria Decreto Ristoro...
Calcola il Calo Provvigionale
Erogazione Straordinaria Enasarco per la diminuzione delle provvigioni del 33%...