Caricamento

Legale > "Prima di firmare un nuovo contratto di agenzia: 5 consigli operativi" a cura della Redazione > Radio Agenti

Legale | 06/05/2022 | 15:17
Prima di firmare un nuovo contratto di agenzia: 5 consigli operativi
A cosa è necessario fare attenzione per apporre una firma consapevole in calce a un nuovo mandato di agenzia?
della Redazione

Stai per firmare un contratto di agenzia come agente di commercio per una nuova mandante oppure la tua vecchia azienda ti chiede di rivedere il contratto e firmarne uno aggiornato. A cosa è necessario fare attenzione per apporre una firma consapevole in calce a un nuovo mandato di agenzia?

 

Ecco una breve guida con 5 consigli operativi. Se ti restano dubbi su uno o più passaggi del contratto di agenzia che stai per firmare, contattaci per tutte le informazioni di carattere legale.

 

Ancora prima dei 5 consigli c’è un punto da non sottovalutare però, la cui centralità è tale da meritare la definizione di Punto zero.

 

Punto zero. La lettura del contratto, possibilmente nei giorni che precedono la firma

Potrebbe sembrare scontato rammentare la necessità di leggere quello che si firma. In un vecchio film si diceva: “Da fesso non passare, leggi prima di firmare”.

Vero è che, a volte, le mandanti mettono pressione agli agenti di commercio per firmare i contratti seduta stante e in una circostanza simile potrebbe non essere chiaro il contenuto di tutti i paragrafi del contratto, delle clausole e degli articoli di Legge.

 

È per questo che l'agente dovrebbe chiedere in anticipo una copia del mandato per leggere il tutto con attenzione e, se necessario, farsi assistere da un consulente legale per comprendere quanto risulti oscuro ed eventualmente proporre delle modifiche.

 

Le osservazioni che potreste avanzare leggendo quanto sopra sono arcinote: “Mi chiederebbero perché non mi fidi, e mi metterei subito in una cattiva luce”. Qui deve entrare in gioco la capacità di vendere, e di vendere la propria professionalità, in questo caso: un agente in grado di tutelare a pieno i propri interessi sarà quello più capace di difendere quelli dell'azienda nella difesa dei suoi, di interessi, nel momento opportuno.

 

Primo consiglio. Il contratto deve essere breve e chiaro

Il contratto di agenzia è tipizzato dal Codice Civile e da questo definito come un accordo con cui una delle due parti, dietro retribuzione, si impegna a concludere contratti per l'altra in una data zona. In questa breve frase, abbiamo tutti gli elementi costitutivi del mandato di agenzia, che quindi potrebbe essere descritto in una mezza pagina.

 

Fondamentale è l'inserimento dei dati delle due parti, la zona, il riferimento normativo, se al Codice Civile o agli Accordi Economici Collettivi.

 

Un contratto molto lungo potrebbe essere solo fonte di confusione e di interpretazioni fuorvianti, visto che la sua unica funzione è quella di fare chiarezza su diritti e doveri di azienda e agente, peraltro ampiamente chiariti e definiti dalla legge, senza necessità di aggiungere altro.

 

Secondo consiglio. La retribuzione deve essere sempre indicata

Nel definire il mandato di agenzia, abbiamo citato un elemento fondamentale: la retribuzione. È necessario chiarire un equivoco spesso sedimentato come un luogo comune nel mondo degli agenti di commercio: la retribuzione non deve essere necessariamente una percentuale provvigionale. La provvigione è solo una delle vesti che assume il compenso che spetta all'agente.

 

La retribuzione potrebbe consistere anche solo di un fisso mensile, in un rimborso spese più provvigioni, in anticipi provvigionali… È indispensabile quindi leggere con attenzione quanto riportato sul contratto e che, a volte, capita sia diverso da quanto stabilito a voce. Ecco che, ad esempio, un fisso mensile o un rimborso spese si trasformino su carta in un anticipo provvigionale che, al contrario dei primi due, è soggetto a conguaglio.

 

Non sono pochi gli agenti che si sono ritrovati a dover restituire importi non indifferenti, con l'aggravio di non percepire le agognate indennità.

 

Terzo consiglio. Deve essere chiaro cosa sia compreso nella retribuzione prospettata

Un agente di commercio deve valutare la retribuzione considerando tutti i compiti assegnati. Se è vero, infatti, che il compito dell'agente è quello di stipulare contratti per l'azienda nella zona data, nulla vieta di inserire altri compiti e mansioni, come quelli di curare il merchandising o l’incasso e il recupero crediti.

 

Sarebbe sicuramente corretto stabilire già in sede di firma del contratto un compenso ulteriore e specifico per le ulteriori richieste. Ma, di fronte ad un'unica percentuale provvigionale indicata, questa si considera onnicomprensiva di tutte le mansioni affidate, e non sarà possibile, per l'agente, reclamare qualcosa in seguito.

Se la necessità di procedere all'incasso presso i clienti, per esempio, emergesse a contratto già firmato, sarà cura dell'agente richiedere un apposito compenso per quell'inedito compito aggiuntivo assegnato.

 

Quarto consiglio. Richiedere una “fotografia” della zona

Solitamente, nel contratto, viene indicata la zona assegnata all'agente descrivendola geograficamente. Per esempio la Lombardia, il Lazio e così via. Tuttavia, l'agente non dovrebbe accontentarsi e dovrebbe chiedere altra documentazione quale un elenco clienti, un estratto conto del fatturato di questi ultimi, sia relativamente all'anno in corso che a quello precedente.

 

Questo, essenzialmente per tre motivi:

1) l'agente deve sapere se il mandato sarà per lui economicamente vantaggioso;

2) a fine mandato, l'agente sarà in grado di ricostruire il suo diritto all'indennità meritocratica, confrontando i risultati da lui messi a segno con l'andamento della zona prima del suo intervento;

3) laddove, durante il mandato, l'azienda sentisse la necessità di cambiare la zona assegnata, l'agente con questa documentazione potrà valutare l'entità della variazione contrattuale e decidere in merito.

 

Quinto consiglio. Il contratto deve indicare in maniera chiara la disciplina normativa applicata

Un mandato di agenzia può essere regolato dal Codice Civile o dagli Accordi Economici Collettivi (Commercio o Industria). Ecco, sarebbe fonte di maggior chiarezza indicare, esplicitamente, quale sia la norma di riferimento in quel determinato contratto.

 

Infatti, se è vero che ciò può essere desunto, è altrettanto innegabile che è più facile dire quale esso sia, con precisione. Durante il mandato, potrebbero sorgere delle questioni, delle controversie, che devono essere chiarite, in base a quanto la norma afferma. Per capire come comportarsi, tanto per citare un caso, nell'eventualità di una variazione contrattuale, per il preavviso o per le indennità di fine rapporto.

 

A questo punto, sarà certamente più chiaro perché il Punto zero sia così importante: leggere, con la giusta attenzione e accuratezza quanto scritto nel contratto di agenzia permette di chiarire esattamente la zona, la retribuzione, la normativa di riferimento e costituisce il miglior modo per tutelare i propri diritti. Cominciando dal primo momento e non correndo dopo ai ripari. Senza mai riuscirvi a pieno.


Potrebbe interessarti anche:

Imposizione del giro visite, dell’orario di lavoro, delle ferie estive: siamo agenti di commercio o dipendenti?
Non è raro che sorgano dei dubbi circa il reale rapporto di lavoro esistente tra un agente di commercio e la sua mandante. “Sono un agente di commercio o un...

Video & Podcast

IN DIRETTA DA FORUM AGENTI MILANO - Nuovo contratto di agenzia: 5 dettagli a cui fare attenzione prima di firmare
Stai per firmare un nuovo contratto di agenzia? Cinque dettagli a cui fare attenzione prima di firmare un nuovo contratto di agenzia con i consigli dell’avvocato...

Video & Podcast

Indennità di fine rapporto in caso di contratto a tempo determinato. Come funziona?
Un contratto a tempo determinato della durata di 18 mesi, che preveda attività di segnalazione, vendita e chiusura contrattuale, alla scadenza genera il diritto alle...

Video & Podcast

Ho un contratto pluri, ma in Enasarco l’azienda l’ha registrato come mono e non vuole cambiarlo. Cosa fare?
Hai un contratto come plurimandatario con un’azienda. Ne hai appena firmato un altro con una seconda azienda, che si è adoperata per registrare il mandato in...

Video & Podcast

Agente, Capo Area, Coordinatore: possono coesistere anche nella stessa persona?
Faccio il capo area, ma nel mio contratto è scritto che sono ANCHE un agente plurimandatario. Ho un’infinità di mansioni e obblighi, tra cui la reportistica, e non...

Ascolta Podcast

Clausole Covid: cosa cambia nei NUOVI contratti di agenzia?
Se fino a un anno fa la pandemia non era prevedibile, oggi come ci si deve comportare e cosa bisogna prevedere nei nuovi contratti di agenzia per gestire le...

Video & Podcast

Il contratto di sub agenzia: caratteristiche, responsabilità del sub agente e indennità
Una puntata SPECIALE dedicata al contratto di SUB AGENZIA • Quali caratteristiche deve avere questo contratto? • Come determinare le provvigioni da dare...

Video & Podcast

Vendere oppure lasciare in eredità un mandato di agenzia: istruzioni legali per l’uso
Ci scrive un ascoltatore: “Alla fine dell’anno andrò in pensione e mio nipote, che al momento si occupa per me della gestione della contabilità e dell’ufficio, si...

Video & Podcast

Trasferte obbligatorie e ordini annullati: chi mi risarcisce delle spese?
Con questo clima di incertezza, il lavoro degli agenti di commercio è spesso vanificato da disdette che arrivano puntuali poco dopo essere riusciti a fare un ordine. ...

Video & Podcast

Quando la mandante, con la scusa del contratto vecchio, te ne propone uno nuovo peggiorativo!
Sarà successo anche a te almeno una volta nella tua carriera di agente di commercio di sentirti dire dalla mandante: “Rinnoviamo il contratto perché questo che...

Ascolta Podcast

Ascolta la Diretta
Tutti i giorni, 24 Ore al giorno. Dirette e Repliche sempre disponibili e sempre Live.
Matricola Enasarco
Non ricordi la tua Matricola Enasarco? Ti aiutiamo a recuperarla.
Programmi & Trasmissioni
Scopri tutte le nostre Trasmissioni dedicate al Mondo degli Agenti di Commercio
Scarica l'App
Hai uno Smartphone oppure un Tablet? Scarica l’App Gratuita di Radio Agenti.IT
Annunci di Ricerca Agenti
Una selezione di Annunci di Aziende che Cercano Agenti di Commercio, Venditori, Capi Area...
Petizione Caro Carburante
Aderisci alla Petizione “Contro il Caro Carburante” per gli Agenti di Commercio...
Tazza Radio Agenti
Regalati la Tazza che ogni giorno viene messa in palio in diretta da Davide Ricci...
Richiesta Assegno Unico per Agenti
Richiesta Gratuita Assegno Unico Universale: 100% Online riservata agli Agenti di Commercio...
Modello ISEE Agenti di Commercio
Richiesta Gratuita tramite CAF Abilitato: 100% Online e riservata agli Ascoltatori di Radio Agenti...
Petizione Deduzione Costo Auto
Aderisci alla Petizione “Deduzione Costo Auto” per gli Agenti di Commercio...
Calcola Calo Risultato Economico
Verifica se hai subito un calo del risultato economico e se hai diritto al contributo perequativo...
Raccolta Firme Sostegno Categoria
Aderisci alla Raccolta Firme per il Sostegno alla Categoria Decreto Ristoro...
Calcola il Calo Provvigionale
Erogazione Straordinaria Enasarco per la diminuzione delle provvigioni del 33%...