La mandante può minacciare la risoluzione del contratto a un agente assente per grave malattia?

La mandante può minacciare la risoluzione del contratto a un agente assente per grave malattia?
Obbiettivo Agenti | 03/10/2019 | 12:22
Cosa succede se un agente di commercio si ammala, più o meno gravemente, ed è costretto ad assentarsi dal lavoro?

Parliamo oggi in trasmissione del caso di Raffaele, un nostro ascoltatore, che si trova di fronte una mandante che lo minaccia di risoluzione del contratto perché, a seguito di un'operazione importante e della sua prolungata malattia, non può lavorare da un mese e sarà costretto in questa situazione a lungo.

E' legittimo quanto l'azienda sta facendo? Ci sono delle comunicazioni che l'agente può fare per tutelarsi da minacce di questo tipo e che lo mettano al riparo da possibili risoluzioni immediate del contratto?

A consigliare il nostro ascoltatore, avremo in studio gli avvocati Lorenzo Bianchi e Valerio Colapaoli.

Ascolta il podcast della puntata

Ascolta la Diretta
Tutti i giorni, 24 Ore al giorno. Dirette e Repliche sempre disponibili e sempre Live.
Matricola Enasarco
Non ricordi la tua Matricola Enasarco? Ti aiutiamo a recuperarla.
Programmi & Trasmissioni
Scopri tutte le nostre Trasmissioni dedicate al Mondo degli Agenti di Commercio
Scarica l'App
Hai uno Smartphone oppure un Tablet? Scarica l’App Gratuita di Radio Agenti.IT
Annunci di Ricerca Agenti
Una selezione di Annunci di Aziende che Cercano Agenti di Commercio, Venditori, Capi Area...